La terapia laser funziona, ma cosa è veramente importante?

Nell’articolo “Stai pensando di acquistare un laser terapeutico?”, abbiamo sottolineato quanto sia davvero molto importante prendere in considerazione le caratteristiche dell’attrezzatura e capire i parametri della terapia laser. Ovvero, come veterinari è importante capire le basi su cui si fonda la terapia laser, capire l’effetto di fotobiomodulazione, così come i diversi parametri e come aiutano a creare questi effetti della terapia laser. Gli effetti includono la lunghezza d’onda, la potenza, la frequenza e il dosaggio.

Al giorno d’oggi, in medicina veterinaria sono disponibili molte attrezzature specifiche per la terapia laser, con protocolli per ogni tipo di patologia, con un gran numero di protocolli stabiliti secondo la specie, il colore del pelo e le diverse articolazioni e patologie

Una volta compreso tutto questo, un altro fattore importante, essendo a conoscenza delle caratteristiche dell’attrezzatura, è la tecnica di trattamento, la sua velocità, così come la scelta della modalità di contatto e non contatto. Fino ad oggi, poche squadre hanno dato importanza al modo di applicazione, tuttavia, può diventare una variabile nei parametri unificanti e può cambiare in modo significativo i risultati del trattamento.

Una volta che si dispone di tutte queste conoscenze e a seconda delle caratteristiche della nostra attrezzatura sappiamo qual è la nostra tecnica di trattamento e la modalità di applicazione, a seconda della patologia. Disponiamo di tutto quanto è necessario per iniziare a usare la nostra terapia laser?

Con molta probabilità la risposta è… Sì, tutto pronto per iniziare a usare la nostra attrezzatura laser!

Ma a questo punto, dopo anni di esperienza nel fornire consigli ad altri colleghi su come utilizzare la terapia laser in diverse patologie, quando una clinica decide di avere un’apparecchiatura laser e sembra che comprenda i parametri sopra citati, ci rendiamo conto che sorgono un gran numero di dubbi sui protocolli raccomandati per una determinata patologia, perché nessuna apparecchiatura laser disporrà di protocolli per tutte le patologie esistenti in medicina veterinaria.

Questo significa che la maggior parte delle apparecchiature laser è incompleta per quanto riguarda i protocolli?

La risposta è no. In molte occasioni, i maggiori dubbi derivano dal non essere chiari su quali sono i nostri obiettivi con la terapia laser, ovvero, per una patologia di cui abbiamo valutato l’utilizzo della terapia laser, quali sarebbero gli obiettivi che si desidera raggiungere per quella particolare patologia?

Come veterinari, è necessario conoscere la patologia, cioè quali danni provoca al corpo, quali tessuti vengono coinvolti e quali danneggiati, così come le conseguenti lesioni future. Tutte queste conoscenze determineranno gli obiettivi che vogliamo raggiungere con la terapia laser.

Si ricordano inoltre tra gli effetti generali della terapia laser il sollievo dal dolore, il controllo dell’infiammazione e l’effetto biostimolante su diversi tessuti. 

Per quest’ultimo effetto ci si basa sulle caratteristiche dei diversi tessuti e su come la diversa densità di questi tessuti presenta una diversa affinità per le frequenze e l’onda continua.

Quindi, conoscendo la patologia e gli effetti generali del laser è possibile stabilire con chiarezza gli obiettivi che si desidera raggiungere con la terapia laser relativamente a una lesione. Per esempio, nella rottura del legamento crociato anteriore, subito dopo l’intervento, gli obiettivi saranno il sollievo dal dolore e il controllo dell’infiammazione.

Quando durante le sedute, si nota che tali obiettivi sono stati raggiunti, l’obiettivo seguente della terapia laser sarà l’osteogenesi.

Si ricorda che la terapia laser è un trattamento proprio come la prescrizione di un antibiotico o di un antinfiammatorio. Pertanto, noi come veterinari stabiliremo quali sono gli obiettivi e da questi, i migliori protocolli per il loro raggiungimento, la tecnica di applicazione e la modalità.

Tutto questo può sembrare ovvio, ma è molto importante tenerlo a mente perché nella pratica clinica quotidiana, in molte occasioni, a causa di routine frenetiche quotidiane, si lascia la terapia laser nelle mani degli assistenti. Con questo non si intende che ciò non deve essere fatto, dato che il trattamento laser può essere eseguito da personale ben formato, tuttavia la parte importante, ovvero la selezione dei protocolli, delle tecniche e della modalità di applicazione, dovrebbe essere eseguita da un veterinario (proprio come faremmo con i farmaci).

Quando deleghiamo le cose più importanti o non ci fermiamo a pensare chiaramente agli obiettivi, i protocolli vengono scelti senza alcuna logica, senza alcun ragionamento e molto probabilmente si trasformano in cattivi risultati, con una conseguente frustrazione.

Vedere per credere!

Prenota una dimostrazione ora e scopri come funziona DoctorVet!

L'importanza di una corretta diagnosi

Pertanto, un motivo importante di successo dei nostri protocolli è la diagnosi, quando abbiamo una diagnosi definitiva avremo obiettivi molto chiari, al contrario, quando non abbiamo una diagnosi, non saremo in grado di stabilire obiettivi così chiari, quindi a volte la terapia laser non sarà così efficace.

Pertanto, conoscendo la terapia laser, la patologia e con una diagnosi otterremo un trattamento dal successo maggiore.

Specifici protocolli di utilizzo del laser

DoctorVet, consapevole che a volte la conoscenza di tutto ciò è complicato, ha creato dei protocolli specifici. Ognuno di questi protocolli dispone dei relativi TOBI (Treatment On Board Instrutions) con le informazioni sulle diverse patologie raccomandate per ciascun protocollo, così come informazioni specifiche per ogni fase del protocollo.

Se, nonostante ciò, si hanno ancora dei dubbi, DoctorVet vuole garantire il successo dei suoi trattamenti con un’assistenza al veterinario in ogni momento, con un team multidisciplinare composto da biofisici e veterinari con una vasta esperienza nella terapia laser. Dato che a volte, pur avendo i TOBI, ciò può non essere sufficiente, il veterinario, in caso di patologie complesse o dubbi relativi al trattamento, può contare su tali figure.

L’obiettivo di DoctorVet è fornire sicurezza ai veterinari, migliorando la qualità delle cure ai loro pazienti!

Vuoi scoprire di più sulle applicazioni di DoctorVet?

Scarica la brochure!