Trattamento dell'otite nei cani

L’otite è una delle cause più comuni di consultazione veterinaria. In molti casi, l’otite acuta si risolve rapidamente, senza grandi complicazioni. Il problema si presenta quando è cronica e la gestione e il trattamento sono complicati.

Caratteristiche dell'orecchio esterno, medio e interno del cane

L’orecchio esterno è composto dal canale orizzontale e verticale. La parte più profonda del canale orizzontale è ossea, il canale esterno è cartilagineo. Il canale è formato da piccoli follicoli piliferi, ghiandole sebacee e ceruminose. La secrezione degli ultimi due forma il cerume con un’importante attività protettiva. Inoltre, la migrazione epiteliale aiuta questo processo di pulizia, che è essenziale per prevenire la crescita batterica1. La membrana del timpano separa l’orecchio esterno dall’orecchio medio. Quando questa membrana viene perforata, impiega fino a 35 giorni per rigenerarsi.

L’orecchio non è sterile, tra i vari è possibile trovare Bacillus, Malassezia, E.coli, Corynebacterium, Streptococcus. Questa flora è controllata dal sistema di pulizia dell’orecchio e dal sistema immunitario. Questi microrganismi sono patologici solo in caso di malattia precedente. È importante essere a conoscenza della disbiosi che si verifica in caso di malattia2.

Cause dell'otite cronica nei cani

L’otite è di solito multifattoriale, quindi è essenziale conoscere e trattare i diversi fattori che causano l’otite, così come quelli che portano a una cronicizzazione. Inoltre, tra i fattori di predisposizione vi sono l’eccessiva pulizia, l’umidità e le orecchie cadenti.

Le cause che scatenano la patologia sono solitamente dovute ad allergie (come la dermatite atopica), ectoparassiti (Demodex e Otodectes), corpi estranei, endocrinopatie (ipotiroidismo, ieradrenocorticismo, diabete), problemi epiteliali e tumori3.

Vedere per credere!

Prenota una dimostrazione ora e scopri come funziona DoctorVet!

Esistono microrganismi che, a seguito di fattori scatenanti, proliferano, aggravando la sintomatologia dell’otite. All’inizio, vi è un’abbondanza di Massezi e Staphylococcus. Nei processi cronici, si osservano Pseudomonas aeruginosa e Proteus mirabillis. Con l’otite cronica, si verifica una stenosi del canale, si perdono i meccanismi di autopulizia e può verificarsi la perforazione della membrana timpanica.

Tutto questo porta ai sintomi dell’otite, che includono prurito, tremori, lateralizzazione del capo, dolore, odore e/o escrezioni dal condotto. La diagnosi include la storia clinica, un esame appropriato, il prelievo di campioni e a volte possono essere necessari raggi X, TAC e/o risonanza magnetica.

Il trattamento sarà basato sulle cause che producono la patologia e la sintomatologia. Sono possibili vari trattamenti topici e/o sistemici.

Come trattare l'otite cronica con la laser terapia

La terapia laser può essere utile per ridurre l’infiammazione e il dolore causati dall’otite. Inoltre, la terapia laser ha un effetto antimicrobico su alcuni dei microrganismi coinvolti nella patologia, come lo Pseudomonas aeruginosa4. È stato anche osservato che aiuta ad accelerare il processo di guarigione e nella riduzione del tessuto cicatriziale in caso di perforazione timpanica5.

La terapia fotodinamica può anche essere un’alternativa efficace in presenza di alcuni microrganismi resistenti agli antibiotici6.

Pertanto, DoctorVet diventa un’opzione terapeutica efficace per il trattamento dell’otite nei cani. Si applica in modalità senza contatto, proprio quando trattiamo la base dell’orecchio e in modalità a contatto, quando seguiamo il percorso del canale attraverso la pelle, utilizzando il manipolo specifico. 

Il canale può essere trattato direttamente con il manipolo “spot”. Quest’ultima opzione è raccomandata quando è stata eseguita in precedenza una pulizia e il paziente è sedato, al contrario, si raccomanda la prima opzione. 

I protocolli raccomandati sarebbero infiammazione e infezione profonda (se trattata attraverso la pelle) o infezione superficiale quando viene trattato direttamente il canale. Trattare 3 volte/settimana fino a quando si osserva un miglioramento

L’altra alternativa che DoctorVet offre è la terapia fotodinamica.

BIBLIOGRAFIA
  1. Cole et al. Anatomy and physiology of the canine ear. Vet Dermatology (20): 412-421. 2009
  2. Korbelik et al. Characterization of the otic bacterial microbiota in dogs with otitis externa compared to healthy individuals. Vet Dermatology (30): 228-e70. 2019
  3. Zur et al. The association between the signalment, common causes of canine otitis externa and pathogens. J Small Anim Pract (52): 254-258. 2011
  4. Nussbaum et al. Effects of low-level laser therapy (LLLT) of 810 nm upon in vitro growth of bacteria: relevance of irradiance and radiant exposure. J Clin Laser Med Surg (5): 283-290. 2003
  5. Maleki et al. Effect of local irradiation with 630 and 860 nm low-level lasers on tympanic membrane perforation repair in guinea pigs. J Laryngol Otol, (3): 260-264. 2013
  6. Jung et al. In vitro and in vivo photodynamic therapy of otitis media in gerbils. Laryngoscope (119) 1781-1787. 2009

Vuoi scoprire di più sulle applicazioni di DoctorVet?

Scarica la brochure!